Favara, presentazione del film “Io sto con la sposa”

Sabato 31 gennaio, si svolgerà a Favara, presso il Palazzo Cafisi, il , la proiezione del film/documentario “Io sto con la Sposa”. Il film finanziato dal basso – col cosiddetto crowdfunding – nasce dal coraggio di un gruppo di ragazzi italiani che, all’indomani della strage di Lampedusa, decidono di aiutare cinque siriani e palestinesi a realizzare il loro sogno più grande: riuscire ad arrivare in Svezia, l’unico paese che riconosce reali diritti agli emigrati.

IO-STO-CON-LA-SPOSA-REGGIO-EMILIA

 

Rischiando ben 15 anni di galera, previsti dalla legge per chi aiuta clandestini ad attraversare le frontiere, il viaggio parte da Milano e attraversa l’Europa fino a Stoccolma. Perché ‘Io sto con la sposa’? Semplice: «Quale poliziotto di frontiera chiederebbe mai i documenti a una sposa?». Per tale motivo i protagonisti del viaggio hanno ben pensato di simulare un matrimonio con un corteo a seguito. Il film presentato fuori concorso alla 71° Mostra internazionale d’arte cinematografica La Biennale di Venezia, nonostante non sia stato distribuito dalle grandi catene cinematografiche, ha registrato il tutto esaurito nei luoghi in cui è stato proiettato (cinema, teatri, manifestazioni, scuole).

WnetworkFavara con la collaborazione di Palazzo Cafisi, di Ginger People & Food, Medinova e grazie al patrocinio gratuito del Comune di Favara e al contributo del Partito Democratico circolo di Favara, Rifondazione Comunista sezione di Favara, è fiera di proiettarlo gratuitamente e di farsi promotrice di valori quali la fratellanza, la solidarietà, l’uguaglianza.

10951398_10205790586952269_2106219173_o

Programma

18:00 – Presentazione  eventi favaradel film da parte degli organizzatori e saluti istituzionali

18:30 – Proiezione del film ‘Io sto con la sposa’

20:15 – Dibattito: “Giovani migranti si raccontano” – L’introduzione al dibattito sarà a cura della dott.ssa Roberta T. Di Rosa, sociologa dell’Università di Palermo e membro dell’ Ass. Assistenti Sociali senza Frontiere e a cura della dott.ssa Alessia Aprigliano operatrice Caritas Diocesana di Agrigento. Ascolteremo dal vivo le testimonianze di Aminata Cissè (Senegal) e Eyasu Habtemariam (Eritrea) mediatore culturale. Collegamento in diretta con uno dei registi del film Gabriele Del Grande.

21:00 – Cena Africana a cura di Ginger- People & Food su prenotazione.

23:00 – DJ set live.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *