Favara e toponimi

Il toponimo di Favara deriva dall’arabo  e significa “scaturigine di acqua”, per la presenza nel territorio di questo comune di acqua in abbondanza.

Sarà la fertilità del territorio uno dei motivi per cui Favara è stata abitata sin in epoca preistorica. Infatti, tutto il territorio comunale reca i segni evidenti di un intenso processo di colonizzazione iniziato già nell’età del rame e protratto ininterrottamente fino ai nostri giorni.

favara-centro-storico

Molte sono le opinioni concordanti sull’origine araba del nome “Favara”, lo Scinà lo fa derivare da far <fervere bollendo> o da favvara <scaturigine>; il Massa e  il Pasqualino da favar <bollore>, ossia <scaturigine di acqua> ; l’Amari da favvarah <polla d’acqua che sgorga con impeto, quasi bollendo> [1].

E’ per la presenza di acqua, quindi, che gli arabi danno il nome di <<Rahal Fewar, casale con acque scaturienti>> [2].

1. S. RACCUGLIA, Origine di Favara, in Akragas, n.3, Agrigento 1913; p. 69.
2. G. CILONA, Favara nel tempo, vol. IAgrigento 1990.

stemma-città-favara

Stemma della Città di Favara
 
[googlemap src=”https://maps.google.it/maps?q=favara&ie=UTF-8&hq=&hnear=0x1310848b1348754d:0xdaf4021236806061,Favara+AG&gl=it&ei=uYwHUpK_FI6ShgfZwYHYCA&sqi=2&ved=0CNkBELYD” align=”aligncenter” ]
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *